Madrid dal tramonto all’alba, dai vini al jazz

Consigli su cosa fare a Madrid quando scende la sera. Percorsi per tutti i gusti attraverso il cuore della10_01_med.jpg?act=225137 capitale spagnola. Mangiare, bere, ballare, scoprendo angoli poco noti e al di fuori delle rotte tradizionali del turismo, oppure immergersi nella vita intensa che ruota intorno ai locali più famosi. Quando si è turisti spesso la scelta su cosa visitare oscilla tra mete molto famose e mete sconosciute ai più. Nel primo caso prevale la voglia di conoscere quello che conta, nel secondo caso la voglia di costruirsi un itinerario personale. In realtà l’unico criterio che vale è quello di visitare luoghi e locali che vale la pena di vedere, siano famosissimi o sconosciuti. Questo criterio non vale solo per le mete culturali ma anche per quelle più legate al divertimento e al benessere.

Volete fare un viaggio nel tempo? La Venencia, in Calle de Echegaray, 7, è una vera macchina spazio-temporale. Vi sembrerà di atterrare alla metà del secolo scorso: diversi tipi di sherry, botti e arredamenti in legno, personale gentile e alla mano, qualche snack casalingo e un’atmosfera d’altri tempi sono le caratteristiche di questo locale. Abbandonate la velocità delle vostre vite e imparate ad apprezzare ogni singolo minuto del vostro tempo. In questo locale si serve solo sherry, il vino originario dei dintorni di Jerez de la Frontera, Andalusia. Fermatevi, rilassatevi e degustate.

interno.jpgSe volete cambiare completamente genere e volete un locale ruvido e genuino, probabilmente La Boca del Lobo fa al caso vostro. Musica dal vivo in un ambiente spartano ma accogliente: dal rock al blues, dal reggae alle contaminazioni più interessanti con la musica degli altri continenti. Non aspettatevi raffinati cocktail ma solo onesta birra: nella Boca del Lobo si entra per una notte di musica dal vivo. Ancora un bar tipico, Vinicola Mentridana, Calle San Eugenio 9, dove potrete bere ottimi vini accompagnati da formaggi e salumi. Ambiente accogliente e alla mano, arredamento in legno e un’atmosfera poco turistica e molto spagnola old style.

La Via Lactea, Calle de Velarde 18, è stato uno dei luoghi sacri della movida madrilena. Ancora oggi è molto frequentato, anche se l’età media dei clienti si è abbassata; aspettatevi quindi molti studenti ma aspettatevi anche buona musica e prezzi ragionevoli per le consumazioni. El Anciano Rey de los Vinos gode di una buona fama grazie alla scelta di vini, birre e alle classiche tapas. E’ un locale molto conosciuto e frequentato, si trova proprio nel cuore di Madrid ed è perfetto per una sosta tra una visita e l’altra o per un aperitivo a fine giornata, rimanendo in centro.

interno 1.jpgIl Café Central è invece una delle mete obbligate per gli amanti del jazz. Da 30 anni rappresenta un punto di riferimento per gli appassionati del genere e ancora riesce a mantenere un’atmosfera accogliente e intima. Ancora jazz, questa volta al Clamores, altro locale in cui si privilegia la passione per la musica. Non essendo molto grande, ricordatevi di prenotare, soprattutto se volete sedervi a un tavolo.

Se cercate un appartamento a Madrid, consultate qui.

Crediti immagini: La Boca del Lobo website, El Anciano Rey de los Vinos website, Clamores website

Madrid dal tramonto all’alba, dai vini al jazzultima modifica: 2013-02-27T23:08:00+00:00da apa111
Reposta per primo quest’articolo